geometra sardegna
geometra Pino Caddeo

Guide su YOUTUBE

Accedi al mio Canale Youtube

Troverai guide, esempi pratici su svariati argomenti che vengono affrontati su queste pagine!

ultime notizie

Il sito visurnet ti piace?


Perchè chiedo il tuo aiuto!

Grazie!

visura catastale planimetria catastale estratto di mappa elaborato planimetrico
visure catastali online

SERVIZI UTILI PER IL CITTADINO
LA DETRAZIONE DEL 65%
COSA FARE PER CHIEDERE LE AGEVOLAZIONI DEL 65%

CONTATTA VISURNET.COM
via Kennedy, 1 - 08016 Borore (NU)
a breve apertura dello studio a Olbia (OT)
per contatti: 0785/86727 - 339/3600206 - email
Il decreto legge del 4 giugno 2013 n° 63, e la sua successiva conversione in Legge con modificazioni (Legge 3 agosto 2013, n.90 entrata in vigore il 4 agosto 2013, ha innalzato la detrazione ha innalzato la detrazione al 65%. La legge di stabilità 2014 ha prorogato la detrazione fiscale del 65% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2014.

SEZIONE: UTILITY - ARGOMENTO: DETRAZIONE DEL 65% - IL DECRETO LEGGE DEL 4 GIUGNO 2013 PORTA AL 65% LA DETRAZIONE SINO A TUTTO IL 2014

HOME PAGE
CHI SIAMO
COSA OFFRIAMO

Link interessanti

il catasto?..roba da geometri
guadagna affittando il tetto
notizie interessanti
grazie di cuore!!
ti servono le visure catastali?
fabbricati mai dichiarati
sanzioni per le case fantasma (new)
diario di bordo

Servizi attivi
Risparmio energia

presentazione
risparmio energetico
fonti rinnovabili
pannelli solari
pannelli fotovoltaici
sistemi di isolamento termico
conto energia (2011/2016)
video sul conto energia (2011/2016)
normativa
produttori pannelli solari e fotovoltaici
rivenditori pannelli solari e fotovoltaici
installatori pannelli solari e fotovoltaici
certificazione energetica edifici

Detrazione 65%


detrazione 65% (aggiornata 2012)
interventi agevolabili al 65%
spese detraibili al 65%
adempimenti per la detrazione 65%
certificazione energetica
normativa detrazione 65%
domande e risposte
siti utili
hai bisogno d' aiuto?
cosa trasmettere all' enea
video sulla detrazione del 65%
registrarsi al sito enea

news energie pulite
guadagna affittando il tuo tetto

domande/risposte sul solare

Conto energia

D.L. 387 del 29/12/2003
D.M. del 28/07/2005
D.L. 19 Agosto 2005 n° 192
delibera AEEG del 14/09/2005
D.M. del 06/02/2006
delibera AEEG n° 28
delibera AEEG n° 40
decreto 29/12/2006 n° 311
decreto del 19/02/2007
circ. agenz entrate del 31/05/2007
pareri agenzia entrate

Eco annunci

perché comprare casa ecologica
case con impianto fotovoltaico

Impianti energia

impianto solare termico
impianto solare fotovoltaico
energia dalle biomasse

Impianti eolici

presentazione
impianto ad energia eolica

Conto energia 2007

com' era il conto energia 2007
parte 2
parte 3
parte 4
parte 5
parte 6
come si attivava il conto energia

 


- Visurnet.com è lieta di informarti che è attivo il nuovo forum dove potrai discutere con gli altri membri (chiedere e avere consigli) su alcune problematiche legate alle energie rinnovabili, risparmio energetico, impianti solari termici e fotovoltaici ecc.. Se vuoi porre una tua domanda


AVVERTENZE: gli argomenti trattati andranno approfonditi dagli interessati richiedendo informazioni, presso uffici ed enti competenti. Gli argomenti trattati dovranno essere considerati esclusivamente come prime informazioni. Le informazioni sottoriportate non potranno essere prese come valide per intraprendere qualsiasi genere di azione.

LA DETRAZIONE DEL 65% SULLA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

Di Pino Caddeo (geometra libero professionista si occupa di progettare edifici a consumo energetico quasi zero, pratiche di certificazione energetica e quant' altro attiene il risparmio energetico).

pino caddeoSalve a tutti e benvenuti nella nuova sezione dedicata alla detrazione de 65%. Anche l' agevolazione del 65% (così come la detrazione del 36%) ha avuto nel tempo svariate modifiche. L' ultima modifica appunto risale al D.L. n° 63 del 4 giugno 2013, convertito in legge, con provvedimento del 3 agosto 2013 n° 90. In questa pagine cercheremo di dare informazioni e consigli su come comportarsi per richiedere l' agevolazione. L' agevolazione del 65% quindi verrà di fatto assorbita dall' altra detrazione ancora in vigore, che è stata resa strutturale, ossia non ha più scadenza.Ecco perché ho pensato di preparare qualche pagina dedicata interamente al risparmio energetico ed alla detrazione del 65%. In queste pagine naturalmente è possibile che non troviate tutte le informazioni necessarie però potrete farvi un' idea abbastanza chiara di cosa significa risparmio energetico, cos' è il certificato energetico e come ottenere le agevolazioni fiscali relative alla detrazione del 65%. Vi consiglio di dare uno sguardo alla pagina dei siti utili, nonché accedere a qualche altro sito che sicuramente troverete segnalato su queste pagine....buona lettura! Nata con la finanziaria 2007 l' agevolazione del 65% continua dunque anche sino a tutto giugno 2013. Si tratta di una cosa molto importante in quanto permette di detrarre delle spese a volte anche di una certa consistenza fino ad un massimo di 100.000 (centomila) euro. In sostanza si tratta di riduzioni sull' irpef e ires per interventi mirati soprattutto al contemimento energetico degli edifici. Vediamo di seguito di spiegare in maniera semplice tutto ciò che bisogna sapere per usufruire dell' agevolazione fiscale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel tempo ci sono stati diversi cambiamenti in materia di detrazione del 65% soprattutto per quanto riguarda la procedura da seguire. Vediamo più da vicino questi cambiamenti che ricordo sono validi sino a giugno 2013:

- è stato introdotto l' obbligo di inviare una comunicazione all' agenzia delle entrate quando i lavori proseguono oltre un periodo d' imposta

- è stato modificato il numero delle rate annuale in cui deve essere ripartita la detrazione. Si è passati da cinque anni a dieci

- e' stata sostituita la tabella di trasmittanza termica

- non è più necessario redigere l' attestato di certificazione (o qualificazione), per quanto riguarda la sotituzione di finestre, installazione di pannelli solari e per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale

- è stata ridotta dal 10% al 4% la percentuale della ritenuta d' acconto sui bonifici che banche e poste hanno obbligo di effettuare

- dal primo gennaio 2012 la detrazione è stata estesa anche alla spesa per interventi di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria

- è stato eliminato l' obbligo di indicare il costo della manodopera, in maniera distinta nella fattura emessa dall' impresa che realizza i lavori.

la detrazione del 65% a differenza di quella del 36/36% prevede che le agevolazioni spettino anche ai titolari di reddito d' impresa eseguiti sui fabbricati strumentali utilizzati per l' attività d' impresa. Quando la detrazione del 65% andrà definitivamente in pensione (dopo il primo luglio 2013) e verrà assorbita dall' altra detrazione fiscale (36%) questo non sarà più possibile.Vedremo meglio questo discorso nella sezione dedicata alla detrazione del 36/36%.

QUADRO NORMATIVO DELLA DETRAZIONE DEL 65%

Come dicevo sopra nel tempo la normativa relativa alla detrazione del 65% ha subito svariate modifiche. Vediamo di seguito quando è nata la normativa e la sua evoluzione.

L' art. 1 con i suoi commi 344-349 della legge 27 dicembre 2006 n° 296 (legge finanziaria 2007) ha introdotto la detrazione d' imposta del 55% delle spese sostenute, a partire dal primo gennaio 2007, per interventi rivolti al contenimento dei consumi energetici di edifici esistenti.

IL D.M. 19 FEBBRAIO 2007

Il decreto ministeriale su citato ha specificato più dettagliamenti quali fossero gli interventi per i quali spetta la detrazione d' imposta del 65%. Inoltre dettava regole su come poter richiedere i benefici fiscali.

In particolare ci diceva che per richiedere l' agevolazione del 65% era necessaria l' asseverazione di un tecnico abilitato che attestasse in sostanza i miglioramenti derivanti dai lavori di riqualificazione. Nasceva cosi la famosa certificazione energetica o attestazione di qualificazione energetica.

Il decreto inoltre stabiliva che entro 60 giorni dalla fine dei lavori era necessario comunicare e spedire all' E.N.E.A. copia dell' attestato di certificazione o di qualificazione energetica e la scheda informativa sugli interventi realizzati nel fabbricato.

Ancora stabiliva che i pagamenti dovevano essere affettuati esclusivamente attraverso bonifico bancario o postale, pena la decadenza dell' agevolazione del 65%.

LA CIRCOLARE N° 36/E DEL 31 MAGGIO 2007 DELL' AGENZIA DELLE ENTRATE

L' agenzia delle entrate con la circolare n° 36/E del maggio 2007 dava alcuni chiarimenti per poter usufruire della detrazione del 65%. In particolare venivano dati chiarimenti sui beneficiari, ossia su chi poteva richiederla, quali fossero i tipi di interventi agevolabili, cosa necessitazze fare, spese detraibili ecc.

IL D.M. 26 OTTOBRE 2007

Il decreto ministeriale su citato dava maggiori chiarimenti sul tecnico abilitato all' asseverazione energetica. Ha previsto in caso di più interventi sullo stesso fabbricato la produzione di un singolo attestato di certificazione o qualificazione energetica e una singola scheda descrittiva degli interventi svolti. Inotre chiariva i requisiti tecnici dei pannelli solari per essere ammessi all' agevolazione.

FINANZIARIA 2008

Con la finanziari per il 2008 e precisamente l' art. 1 commi 20-24 (legge 24 dicembre n° 244) fu prorogata l' agevolazione sino al 31 dicembre 2010. Correggeva le varie tabelle di trasmittanza per le strutture opache orizzontali e rendeva agevolabili anche gli interventi su coperture e pavimenti.

Sempre la stessa legge eliminava l' obbigo di redigere l' attestato energetico per lavori riguardanti l' installazione di infissi esterni e per la posa in opera di pannelli solari termici.

Veniva estesa la detrazione del 55%anche per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernali non a condensazione e alla sostituzione integrale degi impianti di climatizzazione invernale con le pompe di calore ad alta efficienza energetica e con impianti geotermici a bassa entalpia.

IL D.M. 11 MARZO 2008

Il decreto ministeriale dell' 11 marzo 2008 ha fissato dei nuovi valori del fabbisogno energetico e variava le trasmittanze termiche da rispettare per i lavori iniziati nel 2008, per poter accedere alla detrazione del 55%, in interventi di riqualificazione globale, nonchè per le strutture opache sia verticali che orizzontali e anche le finestre comprensive degli infissi.

IL D.M. 7 APRILE 2008

Anche questo intervento del governo andava a modificare i requisiti per poter accedere alla detrazione.Chiariva che gli interventi a partire dal periodo d' imposta in corso al 31 dicembre 2008 dovessero rispettare l' indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale e la trasmittanza termica non superiori ai valori stabiliti dal d.m. del 11 marzo 2008. Inoltre stabiliva una procedura semplificata per il valore di prestazione energetica di climatizzazione invernale del fabbricato.

LEGGE N° 2 DEL 28 GENNAIO 2009 DI CONVERSIONE DEL D.L. 185/2008 ANTI-CRISI

Questa legge ha previsto la comunicazione obbligatoria all' agenzia delle entrate. Inoltre la detrazione dell' imposta fu ripartita in 5 rate annuali dello stesso importo.

PROVVEDIMENTO DEL 6 MAGGIO 2009 DELL' AGENZIA DELLE ENTRATE

L' agenzia delle entrate con questo provvedimento dava disposizioni in materia di invio della comunicazione del 55% per le spese sostenute nel 2009. Tale comunicazione va inviata solamente per le spese avute nei periodi d' imposta precedenti rispetto a quello in cui i lavori sono ultimati, con riferimento ai lavori che continuano oltre il periodo d' imposta e per comunicare le spese sostenute nel 2009 e negli anni successivi.

ART. 31 COMMA 1 DELLE LEGGE 99 DEL 2009

Questo articolo di legge eliminava l' obbligo di redigere l' attestato di qualificazione energetica nel caso di sostituzione di impianti termici con caldaie a condensazione, pompe di calore o impianti geotermici.

DECRETO DEL MINISTERO DELL' ECONOMIA E DELLE FINANZE DEL 6 AGOSTO 2009

Entrato in vigore dal 11 ottobre 2009 riduce e semplifica gli adempimenti per i contribuenti. L' asseverazione del tecnico abilitato può essere contenuta nella relazione che attesta la rispondenza alle prescrizioni del consumo energetico prevista dall' art. 28 comma 1 della legge n° 10/91

PROVVEDIMENTO DEL 21 DICEMBRE 2009

L' agenzia delle entrate approva le disposizioni tecniche per la trasmissione telematica relativamente alla comunicazione obbligatoria per i lavori che proseguono oltre il periodo d' imposta. Il servizio telematico viene attivato dal 4 gennaio 2010.

IL D.M. DEL 26 GENNAIO 2010

Vengono modificate con questo decreto i limiti di trasmittanza termica dei serramenti per poter accedere all' agevolazione fiscale del 55%

IL D.L. 31 MAGGIO 2010 N° 78

Introduce la ritenuta d' acconto del 10% sui bonifici bancari versati dal primo luglio 2010. Il calcolo della ritenuta va fatto sul totale del bonifico, dopo aver scorporato l' iva. (circolare n° 40/E del 28 luglio 2010 dell' agenzia delle entrate)

IL D.L. DEL 6 LUGLIO 2011 N° 98

Questo decreto legge riduce la ritenuta d' acconto vista sopra al 4%

LA LEGGE DI STABILITA' DEL 2011

La legge proroga sino al 31 dicembre 2011 la detrazione del 55%. Inoltre le spese non verranno più recuperate in 5 annualità ma in dieci

LA LEGGE N° 214 DEL 22 DICEMBRE 2011 (MANOVRA SALVA ITALIA)

Questa legge ha prorogato l' agevolazione del 55% sino al 31 dicembre 2012. Inoltre ha previsto le detrazioni anche per la sostituzione degli scaldacqua tradizionali, con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.

ART. 11 COMMA 2 DEL DECRETO LEGGE DEL 22 GIUGNO 2012 N° 83 CONVERTOTO NELLA LEGGE DEL 7 AGOSTO 2012 N° 134

la legge proroga la detrazione del 55% sino al 30 giugno 2013

IL D.L. N° 63 DEL 4 GIUGNO 2013

Il decreto innalza il tetto della detrazione che passa dal 55% al 65% e proroga la detrazione sino al 31 dicembre 2013 per i fabbricati in esclusiva proprietà e sino al 30 giugno 2014 per le parti comuni di condominio o su tutte le unità facenti parte del condominio.

LA LEGGE DI CONVERSIONE N° 90 DEL 3 AGOSTO 2013 DEL D.L. N° 63 DEL 4 GIUGNO 2013

Attraverso questa legge a partire dal 4 agosto 2013 si possono detrarre le spese per interventi di adeguamento antisismici su costruzioni adibite ad abitazione principale o ad attività produttive, fini al 31 dicembre 2013, che ricadono in zone dichiarate sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2)

LA LEGGE DI STABILITA' 2014 (LEGGE 27 DICEMBRE 2013 N° 147)

La legge di stabilità per il 2014 proroga la detrazione fiscale del 65%sino al 31 dicembre 2014 (sino al 30 giugno 2015 per i condomini). E' prevista che la percentuale scenda al 36% per le spese effettuate a partire dal primo gennaio 2015 al 31 dicembre 2015 (sino al 30 giugno 2016 per i condomini)

Bene..abbiamo fatto un piccolo riassunto dell' evoluzione della detrazione irpef e abbiamo visto come è nata e come si è evoluta negli anni.

Ma in cosa consiste l' agevolazione del 65%? vediamo una breve sintesi per poi approffondire il discorso.

- la detrazione d' imposta sul reddito è pari al 65% delle spese sostenute con un limite massimo che può variare a seconda dei lavori svolti

- l' agevolazione non è cumulabile con altre agevolazioni vedi ad esempio l' agevolazione del 36%

- non vi è obbligo di comunicazione preventiva di inizio lavori all' agenzia delle entrate

- i contribuenti non titolari di reddito d' impresa dovranno pagare con bonifico obbligatoriamente. I titolari di impresa invece sono dispensati da tale obbligo

- non è necessaria la certificazione energetica per lavori riguardanti la sostituzione di infissi, per impianti di climatizzazione invernale e per l' installazione di pannelli solari

- dal 1 gennaio 2012 al momento del pagamento con bonifico le banche e le poste italiane hanno l' obbligo di effettuare una ritenuta del 4% a titolo di acconto dell' imposta sul reddito dovuta dall' impresa che effettua i lavori

- per gli interventi eseguiti nel 2011 la detrazione d' imposta viene ripartita in 10 quote annuali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IN COSA CONSISTE L' AGEVOLAZIONE DEL 65%

L’agevolazione consiste nel riconoscimento di detrazioni d’imposta nella misura del 65% delle spese sostenute, da ripartire in rate annuali di pari importo, entro un limite massimo di detrazione, diverso in relazione a ciascuno degli interventi previsti. Si tratta di riduzioni dall’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) e dall’Ires (Imposta sul reddito delle società) concesse per interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti e che riguardano, in particolare, le spese sostenute per:

In particolare le spese agevolabili sono le seguenti:

A - riduzione del fabbisogno energetico (riscaldamento, raffrescamento, illuminazione ecc.) La detrazione massima arriva sino a 100.000 euro su un importo di 181.818,18 euro.

B - miglioramento termico dell' edificio e quindi infissi, coibentazioni pavimenti ecc. La detrazione massima arriva sino a 60.000 euro, ossia il 65% di 109.090,90 euro

C - installazione di pannelli solari. La detrazione massima arriva sino a 60.000 euro, ossia il 65% di 109.090,90 euro

D - sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale. La detrazione massima arriva sino a 30.000 ossia il 65% di 54.545,54 euro

A seconda dell' intervento da eseguire possono variare gli importi massimi detraibili. Vediamoli di seguito. Ad esempio per la lettera A di cui accennavo sopra la detrazione massima può arrivare sino a 100.000 euro. Per la lettera B e C gli importi massmi di detrazione arrivano a 60.000 euro. Per la lettera D si arriva sino ad un massimo di 30.000 euro.

Condizione essenziale per usufruire dell' agevolazione di imposta è che gli interventi di riqualificazione energetica siano eseguiti su fabbricati esistenti. L' esistenza del fabbricato è provata dall' iscrizione dello stesso al catasto. Quindi l' immobile deve essere denunciato in catasto. Sono esclusi dalle agevolazioni come si sarà capito gli edifici nuovi in corso di costruzione.

CHI PUO ' USUFRUIRE DELLA DETRAZIONE DEL 65%

I soggetti che possono godere dell' agevolazione sono tutti i contribuenti che spendono per lavori di riqualificazione energetica su edifici esistenti. Attualmente è previsto che le spese debano essere sostenute entro il 31 dicembre 2014 per i privati, mentre la data si sposta al 30 giugno 2015 per interventi su condomini.

Condizione essenziale per usufruire dell' agevolazione di imposta è che gli interventi di riqualificazione energetica siano eseguiti su fabbricati esistenti. L' esistenza del fabbricato è provata dall' iscrizione dello stesso al catasto. Quindi l' immobile deve essere denunciato in catasto. Sono esclusi dalle agevolazioni come si sarà capito gli edifici nuovi in corso di costruzione che devono rispettare fin dalla loro progettazione determinati criteri per il risparmio energetico.

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non che possiedono a qualsiasi titolo l' immobile oggetto di intervento. Più nello specifico possono godere dell' agevolazione i seguenti soggetti:

- persone fisiche compresi artigiani, liberi professionisti e iprenditori agricoli

- contribuenti che hanno redditi da impresa (persone fisiche, società di persone e capitali)

- società semplici e associazioni tra professionisti

- enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale

Tra le persone fisiche rientrano anche quelli che hanno un qualsiasi diritto reale sull' immobile, condomini per interventi sulle parti comuni, gli inquilini, chi ha l' immobile in comodato.

Possono godere dell' agevolazione del 65% anche i familiari che convivono con il possessore o detentore dell' immobile oggetto di intervento. (coniuge, parenti entro il 3° grado e gli affini entro il 2° grado).

Le agevolazioni seguono l' immobile nel senso che le quote di detrazione residue non utilizzate nel caso ad esempio di vendita dell' immobile andranno a vantaggio del nuovo proprietario. Anche in caso di decesso dell' avente diritto l' agevolazione si trasmette per intero all' erede che manterrà la detenzione del bene. Ricapitolando possono usufruire dell' agevolazione del 65% i seguenti soggetti:

- proprietario o nudo proprietario

- titolare di un diritto reale di godimento

- socio di cooperativa a proprietà divisa o indivisa

- condomino (per interventi su parti comuni)

- inquilino

- comodatario

- familiare convivente (coniuge, parenti entro il terzo grado ed affini entro il secondo) solamente per lavori eseguiti su immobili appartenenti all' ambito privatistico, quelli cioè può esservi convivenza (vedi circolare agenzia delle entrate n° 36 del 31 maggio 2007). Per cui il familiare convivente non potrà mai ottenere agevolazioni su immobili per l' attività d' impresa ad esempio, arti o professioni. Inoltre l' agenzia delle entrate ha chiarito con la circolare n° 34/E del 4 aprile 2008 punti 11.1 e 11.2 che la convivenza deve essere continuativa, per cui deve sussistere già ala data di inizio dei lavori.

Ci sono alcuni casi particolari che non consentono di usufruire della detrazione del 65%, tra questi ricordo gli interventi di riqualificazione energetica fatti da un' impresa di costruzioni sugli immobili merce (vedi la risoluzione n° 30/E del 15 luglio 2008 dell' agenzia delle entrate).Ancora non può usufruire dell' agevolazione una società proprietaria di fabbricati dati in locazione (vedi risoluzione n° 340/E del primo agosto 2008 dell' agenzia delle entrate).

Anche i comuni non essendo soggetti passivi di IRES non posono godere della detrazione del 65% (vedi la risoluzione n° 33/E del 5 febbraio 2008 dell' agenzia delle entrate).

CUMULABILITA' CON ALTRE AGEVOLAZIONI

la detrazione del 65% non può essere cumulata con altre agevolazioni fiscali previste per gli stessi interventi da altre normative nazionali. Nel caso che gli interventi che si vogliano realizzare rientrino sia nelle agevolazioni relative al risparmio energetico che in quelle previste per le ristrutturazioni (es. detrazione del 36%) bisognerà scegliere o l' uno o l' altro beneficio fiscale. Quest' ultimo comunque è compatibile con altre agevolazioni che non abbiano natura fiscale (contributi, finanziamenti ecc.).

Se la pagina ti è piaciuta ed è risultata di tuo gradimento ti chiederei un piccolo favore, ossia fare click sul pulsante +1 di google che vedi più sotto. Inoltre se lo ritieni opportuno puoi inserire un link a questa pagina sulla tua bacheca facebook....grazie!

continua

 

 

 

 

 

 

 

 

 

newsAggiungi un tuo commento...grazie!

Vuoi dire anche tu la tua? Vuoi lasciarci un commento su questa pagina? Ora puoi farlo. Lascia il tuo commento più sotto...grazie!

non fermarti solo su queste pagine: esplora il web!
comments powered by Disqus

Ultimo aggiornamento: Mercoledì Luglio 15, 2015 22:35


Aggiungici fra i tuoi amici

In Diretta con noi
Hai un dubbio? vuoi info gratuite sul servizio visure, successione o volture catastali? contattaci direttamente attraverso la live chat. Il servizio è gratuito! FAI CLICK SULL' IMMAGINE CHE VEDI SOTTO!

News letter
Essere aggiornati oggi è fondamentale! Se sei interessato ad uno o tutti gli argomenti sotto elencati iscriviti alla nostra news letter, selezionando gli argomenti di tuo interesse...grazie!

Email: *
Cognome: *
Nome: *
Scegli:

Forum online
Entra nel nostro nuovo forum se vuoi postare una domanda o partecipare alle discussioni

News 2012

risparmio con detrazione 65%
detrazione 65%
proroga detrazione a dicemre 2012
accatastamento obbligatorio per il 65%
detrazione verso la stabilizzazione
la detrazione spettante all' impresa

News 2007

conto energia 2007
contributi caldaie ad alta efficienza

News 2006

nuova proposta per il conto energia
certificato energetico per gli edifici
incentivi per il risparmio energetico
pannelli isolanti per il tetto
fotovoltaico: potenza incentivata a 300 MW
i lampioni fotovoltaici

le fonti rinnovabili

Normativa

D.L. 387 del 29/12/2003 (parte prima)
D.L. 387 del 29/12/2003 (parte seconda)

D.L. 387 del 29/12/2003 (parte terza)
D.L. 387 del 29/12/2003 (parte quarta)
D.L. 387 del 29/12/2003 (parte quinta)
D.L. 387 del 29/12/2003 (parte sesta)

 
L' ANGOLO DEGLI AFFITTI ESTIVI IN SARDEGNA

© 2002 - 2017 visurnet.com - Tutti i diritti riservati.
visitatori unici

geometri al tuo servizioInformazioni sul geometra Pino Caddeo

Gent. mo visitatore, permettimi di presentarmi. Mi chiamo Pino Caddeo e svolgo la libera professione del geometra. Sono nato in Germania a Wolfsburg (sede della famosa casa automobilistica tedesca Volkswagen) nel 1968, da genitori emigrati. Rientrati in Italia nel 1971 siamo stati tre anni a Cesano Boscone (MI), per poi trasferirci definitivamente in Sardegna nel 1973 nel comune di Borore (NU) dove tutt' ora risiedo. Terminate le scuole dell' obbligo nel 1983 mi sono iscritto all' istituto tecnico per geometri Sebastiano Satta di Macomer (NU), conseguendo il diploma nel 1989. Dopo circa tre anni di tirocinio nel 1992 ho conseguito l' abilitazione alla professione del geometra, ma solamente nel 1998 ho deciso di aprirmi uno studio tutto mio nel tentativo di trovare anche io la mia strada. E' una professione che non considero un lavoro ma piuttosto un piacere. Il mio campo lavorativo spazia dalla progettazione in genere, alle pratiche catastali (accatastamenti e frazionamenti). Mi occupo anche di rilievi topografici e di riconfinamenti. Da anni inoltre mi occupo di dichiarazioni di successione e relative volture catastali in tutta Italia. Sempre nel campo delle dichiarazioni di successioni e volture catastali collaboro in tutta Italia soprattutto con avvocati, periti e professionisti in genere che devono redigere questo genere di pratiche. Nel 1998 ho iniziato a creare le prime pagine internet per cercare di far conoscere la mia attività. In seguito nel 2002 ho creato il sito www.visurnet.com dove viene racchiusa tutta la mia attività. Dopo 12 anni di esperienza su internet posso dire di non essermi pentito di aver fatto quella scelta in quanto proprio grazie a internet ho potuto ampliare il mio campo lavorativo al di fuori della Sardegna. Attualmente il sito visurnet.com conta una media giornaliera di 3.500 ingressi unici al giorno. Al suo interno trovate oltre che i servizi offerti anche delle guide interessanti incentrate sul pianeta casa. Si parla di agevolazioni fiscali, quali quelle del 36% e del 65% rispettivamente sulle ristrutturazioni e risparmio energetico. Trovate anche delle guide che spiegano e vi aiutano a compilare una dichiarazione di successione e la relativa voltura catastale. Potete inoltre contattarmi gratuitamente nel caso abbiate dei dubbi o vogliate maggiori informazioni sui servizi offerti. Sul sito trovate anche delle sezioni tematiche informative che cercano per quanto possibile di aiutarvi ad avere le informazioni che cercate...vedi le sezioni dedicate all' imu, detrazione 36%, successioni e volture ecc. Trovi i link delle sezioni tematiche nella parte alta delle pagine.

Lo studio si trova a Borore (NU), nella meravigliosa Sardegna, in via Kennedy, 1 - cap. 08016
- p.iva.
01049200916 - C.F. CDDGPP68T02Z112I
- tel. 0785/86727 - 339/3600206
- mail: info@visurnet.com

 

cerchi un geometra? realizziamo siti internet